Seleziona una pagina

Uno stage linguistico per potenziare la conoscenza del Francese:

l’esperienza a Cap d’Ail di 15 alunni del corso grafico

Un soggiorno-studio in Francia per potenziare le competenze e le abilità linguistiche, approfondire il micro-linguaggio legato all’indirizzo di studi, favorire l’auto-imprenditorialità giovanile e promuovere la multiculturalità e la costruzione dell’identità europea. Si è svolto la scorsa settimana, dal 3 al 7 febbraio, lo stage linguistico a Cap d’Ail, in Provenza, presso il CMEF (Centre méditerranéen d’études françaises), che ha visto la partecipazione di 15 alunni del nostro Istituto, selezionati tra le eccellenze delle classi terze e quarte del corso grafico.

Il progetto, inserito nei PCTO e organizzato dal Dipartimento di Lingua Francese con referente la prof.ssa Mamini, si articola in tre fasi operative. In primo luogo, si è proceduto a selezionare e preparare gli studenti partecipanti al viaggio-studio: la selezione è stata effettuata dai singoli Consigli di classe sulla base di una valutazione globale che ha tenuto conto della media generale dei voti, della condotta e, in particolare, delle competenze maturate nella Lingua Francese, dando priorità agli alunni in possesso della certificazione esterna DELF (livelli A2 e B1), che ha costituito elemento preferenziale ai fini della selezione.

La seconda fase del progetto è coincisa con lo stage linguistico a Cap d’Ail, dove i ragazzi hanno avuto l’opportunità di frequentare un corso intensivo di Francese con insegnanti madrelingua, approfondendo in modo particolare il lessico specifico del proprio indirizzo di studi, mentre nei pomeriggi trascorsi a Monaco, Nizza, Eze e Cannes hanno visitato alcune aziende locali, conoscendo in maniera diretta il funzionamento e l’organizzazione di tali realtà imprenditoriali. Il gruppo, accompagnato dalle prof.sse Marinella Mamini e Sonia Liverani, è stato ospitato presso il CMEF, un campus linguistico internazionale che vanta un’esperienza pluridecennale nell’organizzazione di scambi culturali e soggiorni linguistici rivolti ai giovani di tutta Europa e che ha ottenuto numerosi riconoscimenti come il Marchio di qualità FLE e il Marchio TV5 Monde/DELF per gli insegnanti, oltre ad aver stipulato importanti convenzioni pedagogiche con il Provveditorato agli studi e l’Università di Nizza.

Durante il soggiorno a Cap d’Ail, tramite attività laboratoriali dinamiche, innovative e coinvolgenti, gli alunni si sono, inoltre, cimentati nell’ideazione, progettazione e realizzazione di un prodotto “inedito”: un paese immaginario, per il quale hanno creato un logo personalizzato e un’app a scopo pubblicitario. Un compito autentico attraverso il quale gli alunni hanno ampliato e potenziato le proprie conoscenze e abilità linguistiche, con particolare riferimento alla dimensione orale della Lingua Francese e, nel contempo, hanno maturato nuove competenze comunicative, sociali, relazionali e imprenditoriali, divenendo protagonisti attivi del proprio percorso di apprendimento. Non sono, infine, mancati momenti ricreativi, con serate a tema all’interno del campus, visite a luoghi di interesse culturale ed escursioni alla scoperta delle ricchezze naturali, artistiche e monumentali della Provenza, che hanno favorito la socializzazione tra i ragazzi all’interno di un contesto “europeo” e multiculturale.

Al termine del soggiorno, gli alunni hanno anche ricevuto un attestato, rilasciato dal centro linguistico ospitante, con il livello linguistico raggiunto in base al CECR, che per quasi tutti i partecipanti è stato piuttosto alto, tanto da meritare i complimenti dello staff del campus per l’impegno, l’entusiasmo e il rispetto delle regole dimostrati da tutti i ragazzi nel corso dello stage.

La fase conclusiva del progetto prevede una valorizzazione dell’esperienza condotta durante il soggiorno, con una ricaduta della stessa sull’intera comunità scolastica, attraverso una restituzione interattiva in cui gli studenti che hanno partecipato al viaggio-studio assumeranno il ruolo di “promotori” di informazione e dibattito sul tema della cittadinanza europea, sull’importanza delle competenze linguistiche e sulle realtà lavorative osservate nel corso delle visite in azienda. Il prodotto finale realizzato nell’ambito dello stage sarà, inoltre, mostrato agli altri studenti dell’Istituto e durante gli open day del prossimo anno.

A.M. Ufficio Stampa

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi