Seleziona una pagina

Un giardino tra le nuvole:

l’allestimento del “Persolino-Strocchi” per la 10ª edizione dei “Giardini di Natale

Una nuvola di profumo che rimanda agli odori inebrianti del roseto e del parco-giardino della scuola, alle essenze naturali delle erbe aromatiche, al bouquet ricercato dei vini prodotti nella cantina didattico-sperimentale dell’Istituto. È quanto ha voluto rappresentare l’“IP Persolino-Strocchi” nel proprio allestimento di quest’anno per la manifestazione “Giardini di Natale”, iniziativa organizzata dal Servizio Ambiente e Giardini del Comune di Faenza e dall’Unione della Romagna Faentina, con il patrocinio della Provincia di Ravenna, dell’Associazione “Pubblici Giardini” e della Società Italiana d’Arboricoltura (SIA), che prevede installazioni artistiche e allestimenti verdi nel centro storico faentino durante il periodo natalizio.

Tema di questa 10ª edizione dell’evento è, infatti, “Giardini in volo” e per l’occasione è stata scelta una location di grande visibilità, il loggiato di Piazza del Popolo, dove lo scorso 2 dicembre artisti, paesaggisti e giardinieri del territorio hanno provveduto a realizzare veri e propri “giardini sospesi”, decorando con le loro creazioni originali l’interno delle campate e le colonne del loggiato.

Tra questi anche alcuni docenti e tecnici dell’azienda agraria del “Persolino”, che hanno ideato ed allestito un’installazione dal forte impatto visivo e olfattivo, che ben incarna l’identità della scuola con la sua vocazione agraria, le sue molteplici attività didattiche e le sue eccellenze: dall’orto-florovivaismo alla viticoltura, dalla coltivazione di piante officinali alla produzione di vini e prodotti di erboristeria. Protagoniste incontrastate dell’allestimento realizzato dall’Istituto sono, però, senza dubbio le innumerevoli varietà di rose coltivate nello splendido roseto del “Persolino”, da cui in primavera si sprigionano profumi di particolare intensità… proprio come nella nuvola fluttuante al centro dell’installazione, tangibile allegoria dell’esplosione di odori e fragranze che accompagna il lavoro quotidiano di alunni e insegnanti nel parco-giardino della scuola.

La manifestazione, che si protrarrà per il tutto il periodo natalizio, sarà inaugurata ufficialmente sabato 14 dicembre alle ore 17:00, presso il Salone delle Bandiere e la Sala del Consiglio Comunale, alla presenza del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, dell’assessore ai Lavori Pubblici Claudio Ziveri e del responsabile del Servizio Ambiente e Giardini Marco Valtieri, oltre che di tutti gli allestitori dei “giardini in volo”.

Durante tutto il periodo di Natale sarà possibile votare i diversi allestimenti sul sito del Comune di Faenza o sulla pagina facebook dell’evento (https://www.facebook.com/giardinianatale/?tn-str=k*F), e il giardino vincitore verrà premiato domenica 5 gennaio alle ore 21:00, in occasione dei festeggiamenti per la Not de Bisò, in Piazza del Popolo.

Nella giornata di mercoledì 18 dicembre, tra le iniziative collaterali della manifestazione, è inoltre previsto un interessante convegno presso il Cinema Sarti sul tema “Alberi e giardini monumentali: parlare di alberi per parlare di uomini”, durante il quale, a cura delle proff.sse Maria Eva Giorgioni (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari – UNIBO) e Romana Selli (IP Persolino-Strocchi), verrà presentato il “Concorso Internazionale per le Nuove Varietà di Rose”. Sarà anche l’occasione per parlare del “Progetto 400”, promosso dall’Università degli studi di Padova per la messa a dimora, lo studio e la preservazione, nei prossimi quattro secoli, degli alberi monumentali del futuro. Uno di questi, un Tilia platyphyllos, sarà messo a dimora la mattina del 19 dicembre alle ore 12:00 proprio sul colle Persolino, nel podere della nostra scuola.

A.M. Ufficio Stampa

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi